ambiente · interior · lifestyle · sostenibilità

Pulizie di primavera eco-friendly

Com’è andata la Pasqua? Io ho approfittato dell’assenza di Mr G. per fare un po’ di ordine nel suo armadio e per finire di travasare le piante sul terrazzino. E per mangiare di tutto di più, ovviamente. 😉

Come spesso mi succede, ho voglia di cambiare qualcosa in casa, se mi seguite su Instagram sapete che proprio ieri ho ricevuto il mio ordine Ikea..), ma prima di farlo devo affrontare le pulizie di primavera. Naturalmente con un occhio alla sostenibilità.

La casa è piccola, ma fare una pulizia profonda richiede del tempo, quindi è necessario organizzarsi e pianificare gli interventi. In linea di massima divido il lavoro per stanza e per obiettivi, tenendo presente che per la cucina e il salotto impiegherò certamente più tempo.

Inoltre, per quanto non si possa far altro che stare in casa, voglio cercare di lasciarmi del tempo libero nel weekend, per cui cercherò di fare qualcosina ogni giorno. Così sarà un’operazione meno gravosa.

Impostata la tabella di marcia, iniziamo da una stanza, magari un angolo e mentre lo svuotiamo valutiamo se ci sono oggetti di cui possiamo fare a meno. In questo modo fare decluttering sarà più semplice e veloce.

Per quanto riguarda i“ferri del mestiere” per le pulizie, sono pochi ed economici, anche di recupero, e ricordiamoci che lo strumento principale è l’olio di gomito!

Evitiamo panni e salviette monouso, creano solo rifiuti inutili, possiamo invece ricavarli da vecchie asciugamani o abiti rovinati. Io ad esempio ho una collezione di stracci fatti con le vecchie camicie di Mr G. Sono perfetti per la polvere e per i vetri! Più zerowaste di così.. 😉

Cerchiamo utilizzare spugne e spazzole in materiali naturali…

Oppure quelle in silicone che sono durevoli e lavabili ad alte temperature senza rilascio di microplastiche…

I vecchi spazzolini sono utilissimi per pulire le fughe delle piastrelle, ma pure per la suola o la gomma delle scarpe o la tastiera del pc…

Invece di comprare altri elettrodomestici, per la pulizie di fughe, tappeti e le piastrelle si possono impiegare delle spazzole apposite per il trapano…

credits: Amazon

Il discorso fatto fin qui vale anche per detersivi e detergenti…C’è davvero bisogno di avere mille prodotti?

L’acqua con bicarbonato o aceto è un’ottima base per pulire tutte le superfici, vetri inclusi, e può essere profumata con oli essenziali, piante o buccia di agrumi. Ed è un modo per riutilizzare i contenitori di vetro e plastica…

Per sgrassare si può utilizzare il sapone di Marsiglia, sempre disciolto nell’acqua..

Sapone di marsiglia e bicarbonato faranno risplendere le tende e appenderle bagnate ci risparmierà la fatica ( e l’energia) di stirarle…

Il bicarbonato è adatto anche alla pulizia del materasso, basta distribuirlo sulla superficie con un setaccio e lasciarlo agire una quindicina di minuti, poi una passata di aspirapolvere ed è fatta. Volendo si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale.

Se ci sono macchie, inumiditele con uno spruzzino e ricopritele completamente con il bicarbonato. Lasciate agire una mezz’ora, anche più per quelle più ostinate, massaggiando ogni tanto. Rimuovete la polvere e lasciate asciugare.

Aceto o bicarbonato, unitamente a una bella spazzolata, per la pulizia dei tappeti, inoltre non dimentichiamo che esporre periodicamente al sole sia tappeti che materassi svolge funzione acaricida.

Una soluzione di olio e aceto o olio e limone applicatun panno di cotone serve per pulire e nutrire mobili e superfici in legno, per un effetto super lucido basta una passata di cera d’api…

Un altro grande alleato per le pulizie eco friendly è l’acido citrico che svolge un’efficace azione antibatterica e disincrostante.

Questi detergenti naturali sono indicati perfino per la pulizia degli elettrodomestici, acqua e aceto per il frigo, mentre acqua con bicarbonato e sapone di Marsiglia igienizzeranno e sgrasseranno il forno. L’acido citrico servirà come anticalcare in lavatrice e lavastoviglie e per la rubinetteria.

*all credits: Pinterest

Altrimenti, ormai in ogni supermercato si trovano detersivi ecologici a base di tensioattivi naturali, senza sbiancanti ottici, con conservanti e profumazioni naturali. L’importante è sempre leggere bene l’etichetta per non incorrere in qualche eco bufala.

Spero di avervi dato qualche spunto interessante per delle pulizie di primavera rispettose dell’ambiente…Ora bando alla ciance, mi tocca lavorare! 😉

Buona serata!

Effe

2 pensieri riguardo “Pulizie di primavera eco-friendly

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...