life · lifestyle · tecnologia

Quando ti hackerano l’account Instagram

Instagram è probabilmente il mio Social Network preferito, ma devo dire che la mia esperienza con questo social non è delle migliori. Prima mi sono imbattuta in una simpatica tizia che usava il mio nickname e copiava integralmente le mie didascalie, poi un altro deficiente che usava le mie foto e, la settimana scorsa, l’account hackerato. Ma perchè, visto che il mio profilo non ha certamente migliaia di follower? E soprattutto, cosa fare per cercare di recuperarlo?

Ma partiamo dall’inizio: venerdì scorso ho provato ad aprire Instagram e non sono riuscita ad accedere perchè la password era stata modificata. Non da me, ovviamente. Dopo una breve ricerca, ho ritrovato il mio account e ho scoperto che l’impostore aveva, naturalmente, cambiato la mail e il nome utente e rimosso tutte le informazioni personali.

 

Ovviamente, mi è venuto il panico. In passato mi hanno clonato la carta di credito, ma ho avuto meno ansia forse perché sapevo che avrei comunque recuperato l’importo e che  la carta sarebbe stata immediatamente bloccata. Stavolta è stato diverso, si è trattato di una violazione della privacy e di un furto di identità. Se ne parla tanto, è uno dei grandi rischi di internet, ma forse non l’ho mai considerato seriamente. Sapere che qualcun altro possiede il tuo profilo o il tuo account email e che ne può disporre come crede è inquietante.

Comunque, ho subito contattato l’assistenza Instagram e ho segnalato la violazione. Per dimostrare di essere l’effettiva titolare dell’account, ho dovuto mandare una foto che mi ritraeva con un codice inviatomi da Instagram, con il viso e le mani ben in vista. Ma, visto che sul mio profilo non compaiono molte foto mie, ho inviato anche gli originali di altri scatti per facilitare l’identificazione.

La procedura non è stata veloce e le comunicazioni sono state via mail, ogni 12-24 ore, ma finalmente, ieri sera sono rientrata in possesso del mio account.  Ho subito attivato l’identificazione a due fattori, inserendo il numero di cellulare per ottenere un codice di verifica in caso di nuovo accesso.

Per fortuna, il mio alter ego non ha usato il mio account per pubblicare foto pornografiche, ma in compenso ho dovuto “defolloware”  centinaia di profili, per lo più russi, aggiunti nel frattempo. Ne deduco che il furto di account sia servito per fornire follower reali a chi li compra.  Speriamo che questa fastidiosa vicenda si sia conclusa qui.

E a voi è mai capitato un furto di identità sui social?

Buona giornata!

 

Effe

 

2 risposte a "Quando ti hackerano l’account Instagram"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...